PERDITA AUTUNNALE DEI CAPELLI

Perdita autunnale dei capelli: il cambio stagionale 

 

 

Dopo un’estate lunga e calda l’autunno lentamente è di nuovo alle porte. Gli alberi fanno cadere le proprie foglie e il verde si trasforma in toni di rosso scintillante. Molte persone in questo periodo lamentano la  perdita dei capelli. Se in autunno si iniziano a perdere capelli in maniera spropositata, si può parlare della cosiddetta caduta stagionale dei capelli.

 

L’uomo è peloso

I capelli sono lunghe formazioni pilifere, quindi in sostanza cellule morte, formate prevalentemente da cheratina. La vita di un capello è formata da una fase di crescita, una fase transitoria e una fase di riposo. In seguito i capelli cadono e nuovi capelli coprono il nostro cuoio capelluto. Il bulbo pilifero, che si trova nel cuoio capelluto, spinge fuori le cellule del capello dove poi diventano visibili. Qui possono apparire in tutte le forme più disparate, come capelli ricci, lisci o crespi. Ma all’improvviso rimangono incastrati nel pettine molti più capelli del solito. Un motivo di preoccupazione per molti di noi. Ma tutto ciò è davvero così grave, e cosa si può fare in questo caso?

 

Cambio dei capelli

Ogni essere umano perde in media fino a cento capelli al giorno, così riferisce la Pharmazeutische Zeitung Online. A volte però perdiamo più capelli del solito. Ciò succede soprattutto in autunno. Il capello, che durante tutta l’estate ha svolto il ruolo di protezione dalla luce, esce dalla fase di riposo e lascia il cuoio capelluto. Questi capelli vengono sostituiti da capelli più giovani, i quali in inverno devono proteggerci dal freddo, così gli esperti. Questo cambio nel corso del processo evolutivo si è limitato ai nostri capelli, dal momento che al giorno d’oggi l’essere umano non possiede più la pelliccia –  un geniale residuato della nostra preistoria. Gli esperti sono concordi nell’affermare che dietro alla perdita dei capelli autunnale non si nasconde nulla di patologico. Ciò non toglie che tutto questo è sgradevole.

I nostri consigli in merito:

  • Miglio, brusca
  • Zinco, ortiche
  • Rame
  • Aminoacidi solforati (cisteina, metionina)

Tuttavia si dovrebbe distinguere una perdita stagionale di capelli da una perdita di capelli dovuta a cause ormonali. Quest’ultima è causata da un disequilibrio del sistema ormonale.

Lascia un commento