COMBINAZIONE DI VITAMINA D E K2

Assunzione di vitamina D insieme a vitamina K2

Vitamina K2, una vitamina sconosciuta

La vitamina D viene chiamata spesso anche “vitamina del sole”. Molti di noi soffrono di carenza di vitamina D soprattutto in inverno, quando la presenza di radiazione solare è ridotta. La conseguenza spesso è una terapia a base di vitamina D. Ciò che molti ancora non sanno è che la vitamina D dovrebbe essere assunta insieme alla “ancora sconosciuta” vitamina K2, altrimenti si potrebbe incorrere in rischi per la salute. Ma che cos’è la vitamina K2, e che effetti ha in associazione alla vitamina D?

Vitamina D e vitamina K2, una squadra perfetta

La vitamina D viene prodotta prevalentemente nella pelle, sotto l’influsso di raggi UVB, ad esempio quelli del sole. Questa vitamina regola tra le altre cose l’assunzione del calcio. Qui entra in gioco la partner vitamina K2: Questa permette che il calcio assunto venga trasportato in maniera corretta. Oltre a ciò attiva importanti proteine, che permettono al calcio di essere immagazzinato nelle ossa. Inoltre viene impedito che il calcio si depositi in organi o vasi.

Quando la vitamina K2 manca

Senza la vitamina K2, le proteine che permettono il corretto immagazzinamento del calcio non vengono attivate. A causa di ciò una abnorme quantità di calcio si può sedimentare nei vasi. Si formano calcificazioni che a lungo andare danneggiano vasi, organi e tessuti. In seguito possono insorgere arteriosclerosi, calcoli renali o anche infarti miocardici.

Vitamina K: dove trovarla

Viene prodotta da batteri della flora intestinale e può essere assunta direttamente. Fonti alimentari di vitamina K2 sono crauti, burro, tuorlo d’uovo e il natto (prodotto a base di soia).

Accanto alla vitamina K2 esiste anche la vitamina K1, che partecipa al processo coagulativo del sangue.

Lascia un commento