CINQUE CONSIGLI CONTRO LE GAMBE GONFIE

Il caldo può affaticare molto le nostre gambe. Le vene si dilatano, il sangue scorre più lentamente, e le gambe gonfie sono la naturale conseguenza. Quali consigli per questo problema?

 

Consiglio 1: Raffreddamento

Consiglio 2: Piccoli esercizi di scarico e di rilassamento

Consiglio 3: Nei giorni di grande caldo evitare scarpe strette

Consiglio 4: Qualcosa di rinfrescante per quando si è in giro

Consiglio 5: Tenere le gambe sollevate

 

Consiglio 1: Raffreddamento

Questo è il metodo migliore. Mettere i piedi in acqua fredda e lavare le gambe con una doccia fredda, da sotto a sopra; ciò restringe i vasi sanguigni e fa sì che ristagni meno sangue nelle gambe. Si parte già al mattino con una doccia rinfrescante alle ginocchia. La temperatura ideale dell’acqua si aggira intorno ai 18 gradi.

Partire con il getto di acqua fredda sul dorso del piede, poi spostarsi lentamente verso l’alto sul lato esterno della parte inferiore della gamba; fare una breve pausa al di sopra della fossa poplitea, spostarsi verso la parte anteriore e dopo alcuni secondi scendere sulla parte interna della gamba. Poi è il turno dell’altra gamba.

 Consiglio 2: Piccoli esercizi di scarico e di rilassamento

Ginnastica per i piedi: non solo fa bene ai piedi, ma è anche un toccasana per le vene e fortifica la muscolatura del polpaccio. Il sangue torna a scorrere con più facilità nelle vene.

SI tratta semplicemente di formare con i piedi alternativamente una V e una A. In seguito sollevare prima il tallone e poi la parte anteriore del piede, ciò permette lo scarico delle vene. Roteare in sequenza più volte i piedi, un piede alla volta. Poi alzare ancora un paio di volte una gamba alla volta.

Con questi esercizi ginnici viene stimolata la muscolatura del polpaccio, che in questo modo spinge sulle vene. Così viene migliorato il trasporto del sangue venoso al cuore.

Consiglio 3: Nei giorni di grande caldo evitare scarpe strette

Con temperature elevate evitare il più possibile scarpe strette. Ciò sarebbe un ulteriore patimento. Le gambe e i piedi si gonfiano, la deambulazione viene resa più difficile.

Portare scarpe che siano aperte e comode. Inoltre prestare particolare attenzione a non portare tacchi troppo alti. Con l’uso di scarpe con tacchi troppo alti la muscolatura del polpaccio è continuamente tesa, e non può contribuire attivamente al riflusso venoso verso il cuore.

Chi proprio non riesce a rinunciare a scarpe dal tacco pronunciato dovrebbe cambiare spesso tipo di scarpa, una volta scarpe basse, una volta scarpe alte, e rullare sempre i piedi durante la deambulazione.

Inoltre si dovrebbe rinviare un acquisto già programmato di scarpe alla mattina o a giornate più fresche, poiché in seguito la misura delle scarpe non potrebbe più essere quella corretta.

Consiglio 4: Qualcosa di rinfrescante per quando si è in giro

Già al mattino si può fare del bene alle proprie gambe con delle docce ad intermittenza. In questo modo le gambe sono in forma e resistenti per tutta la mattinata. In aggiunta a ciò, sostanze come spray rinfrescanti, gel rinfrescanti o spray rinfrescanti per gambe con essenze rinvigorenti come menta, mentolo o anche rosa possono portare un piacevole senso di freschezza ed evitare sensazioni di stanchezza alle gambe.

Consiglio 5: Tenere le gambe sollevate

In giornate calde di tanto in tanto tenere le gambe sollevate. Ciò dà un senso di sollievo a gambe gonfie. Anche durante la notte si può fare del bene alle proprie vene, semplicemente facendo in modo di tenere le gambe un po’ più sollevate, ad esempio con l’aiuto di un cuscino. Facendo ciò il sangue refluisce verso il cuore molto più facilmente.

Lascia un commento